Patologie Tumorali

L’alimentazione nel malato oncologico costituisce uno degli aspetti più importanti per affrontare nelle migliori condizioni le terapie oncologiche. Le raccomandazioni  nutrizionali si basano sulle linee guida del WCRF e ACS.

Il percorso da me proposto si articola in tre precise e distinte fasi.

1) IMMUNONUTRIZIONE: preparare l’organismo a controllare il metabolismo basale e il dispendio energetico per preservare la massa magra, supportare il sistema immune partendo dal controllo del GALT.

2) CONTROLLO METABOLICO NUTRIZIONALE (MACRO E MICRONUTRIENTI) PER:

- interferire con la massa adiposa e aumentare, quando possibile di almeno del 5% la massa magra

- controllare la Neutropenia

- prevenire le flogosi delle mucose e gastrointestinali.

3) MANIPOLAZIONE ENERGETICA: utilizzare consapevolmente in sinergia con il programma terapeutico alimenti a basso e ad alto indice glicemico, con la finalità di assicurare un sufficiente apporto nutrizionale al paziente, e contemporaneamente controllare l’azione periferica dell’insulina e dei fattori insulin-like growth factor (IGFs).

 

Durante i trattamenti di chemio e radioterapia possono comparire molteplici disturbi e/o complicanze che rendono più difficile alimentarsi e possono condurre a carenze nutrizionali (calo dell’appetito, nausea e vomito, maldigestione, stipsi o diarrea, mucositi e conseguenti difficoltà di masticazione e di deglutizione, alterazione del gusto, malassorbimento).

Gli orientamenti dietetici in fase pre/durante/post chemio-radio-terapia sono in primis finalizzati ad intervenire sull’organo intestino in quanto fulcro neuro-immuno-endocrino dell’organismo, inoltre mirano a:

  • creare condizioni sfavorevoli alla replicazione e alla sopravvivenza delle cellule neoplastiche

  • prevenire variazioni ponderali importanti e la perdita di massa magra durante il trattamento farmacologico

  • migliorare/prevenire eventuali deficit micro e macro-nutrizionali

  • migliorare la qualità di vita durante il trattamento terapeutico in termini di riduzione degli effetti collaterali sia qualitativamente che quantitativamente

  • aumentare la tolleranza al trattamento farmacologico ed ottimizzare la risposta ad esso

  • recuperare più velocemente energia e benessere dopo la terapia

  • prevenire eventuali recidive post trattamento.

Studio Lodi, via Luigi Cingia 8

Studio Crema, via XX Settembre 24

 

Mobile. 340 86 86 970

laura.mazza87@gmail.com

Facebook - dott.ssa laura mazza

Instagram laura mazza benessere

  • Facebook - cerchio grigio

© 2018 Laura Mazza