COME MANTENERSI IN FORMA DURANTE LE FESTE

Aggiornato il: 29 dic 2019

l periodo delle feste è ricco di insidie per la nostra forma fisica: piatti tipici della tradizione, piatti abbondanti, dolci con burro e glasse, frutta secca, salumi, insaccati e chi più ne ha più ne metta. La dieta passa in secondo piano ed è inevitabile esagerare a tavola.

Non illudetevi però che questo breve momento dell’anno possa minare alla vostra salute psicofisica, perché come la saggezza popolare non manca di ricordarci, “non si ingrassa da Natale a Capodanno, ma da Capodanno a Natale”. E’ infatti la goccia continua che riesce a scavare nel tempo la pietra, meglio quindi un grande sgarro per qualche giorno di fila, che tanti piccoli sgarri durante l’arco dell’anno.

Analizziamo insieme per punti i giusti comportamenti da seguire per non avere problemi di grasso in eccesso nel 2019.


Praticare costantemente attività fisica per far si che il nostro corpo mantenga sempre un metabolismo alto. Non serve diventare atleti olimpici, è sufficiente iniziare con gradualità svolgendo un’ora al giorno di camminata veloce. Ricordatevi inoltre, di mantenervi il più possibile in movimento, promuovendo tutte quelle azioni che contribuisco ad aumentare il tasso di attività: scegliere le scale al posto dell’ascensore, parcheggiare la macchina più lontano dal luogo di lavoro o scendere alla fermata prima se ci spostiamo coi mezzi pubblici, alzarsi dal divano ogni volta che c’è la pubblicità in tv ecc..


No alle diete urto fai da te. E’ importante affidarsi ad un professionista che possa monitorare lo stato di salute del paziente prima e durante il percorso nutrizionale, far perdere peso nel modo corretto e con i giusti tempi e soprattutto, grazie al lavoro di educazione alimentare possa consentire di mantenere il peso perso a lungo termine. Se l’ennesima dieta in voga permettesse davvero di combattere il sovrappeso e l’obesità avremmo già risolto almeno tre quarti dei casi di obesità nel mondo!


Non saltare i pasti. E’ inutile e controproducente, in quanto si attiva un meccanismo di difesa in cui il cervello, già al pasto successivo, ordina al metabolismo di accumulare più grassi, per compensare le perdite precedenti. Risulta utilissimo non far mai mancare la colazione per dare il giusto input energetico al nostro corpo. Optate per yogurt naturale con frutta fresca e avena, frutta cotta con frutta secca e pane di segale, pane rustico con composta di frutta latte di soia, crema di avena con spremuta d’arancia.


Evitare di mangiare troppo nel pomeriggio e a sera perché non avrete modo di bruciare il surplus energetico e gli eccessi serali verranno trasformati in grassi.


Non eliminare l’olio extra vergine di oliva, i grassi che contiene sono essenziali e salutari come quelli di frutta secca a guscio e pesce. Per non eccedere nel condimento usate come unità di misura il cucchiaio da minestra e non superate la dose di 4-5 cucchiai da minestra al giorno. Evitate invece il più possibile i grassi saturi: panna, strutto, burro, lardo, pancetta, olio di palma o di cocco, margarina, formaggi molli e stagionati, insaccati.


Consumare abbondanti porzioni di verdure e frutta, cereali integrali e legumi: oltre ad essere ricchi di fibre, sono tutti alimenti in grado di disintossicare l’organismo. Ad esempio insalata, spinaci, sedano, cicoria e tutte le verdure a foglia verde ad esempio, sono ricche di clorofilla e disintossicano dai metalli pesanti, dagli inquinanti e in generale dalle tossine. I broccoli invece, contengono sulforafano, una molecola che attiva importanti enzimi detossificanti e antiossidanti. Si possono mangiare crudi in insalata oppure cotti a vapore per pochi minuti, per non danneggiare i principi attivi e garantire la migliore concentrazione e biodisponibilità. I carciofi depurano fegato e cistifellea (sono coleretici, ovvero aumentano la secrezione di bile da parte delle cellule epatiche, e colagoghi, cioè favoriscono il flusso della bile dalla cistifellea, dove si accumula, all’intestino), ed inoltre sono anche un lieve effetto diuretico facilitando così lo smaltimento delle tossine.


Evitare le bevande gasate o i succhi di frutta perché contengono elevatissime quantità di zucchero.


Bere molto, almeno un litro e mezzo (meglio se due) di acqua, da distribuire nell’arco della giornata. E poi sostituite la tradizionale tazzina di caffè con orzo e del tè con bevanda deteinata o con tè verde. Via libera alle tisane, che aiutano a eliminare il senso di gonfiore: ottimi gli infusi di tarassaco (per disintossicare il fegato), finocchio (sgonfia la pancia), melissa e tiglio (conciliano il sonno).


Piatti più piccoli, porzioni ridotte. Usate piatti più piccoli del solito , sono un inganno per l’occhio, ma sicuramente efficace.Imparare a dire di no. Resistete alla tentazione di sbocconcellare di continuo ed evitate le occasioni in cui si cercano di smaltire gli avanzi di pranzi e cenoni vari.


Auguro a tutti uno strepitoso 2020!


Dott.ssa Laura Mazza

Biologa Nutrizionista

via Cingia 8, Lodi

+393408686970

laura.mazza87@gmail.com

lauramazza.com

203 visualizzazioni

Studio Lodi, via Luigi Cingia 8

Studio Crema, via XX Settembre 24

 

Mobile. 340 86 86 970

laura.mazza87@gmail.com

Facebook - dott.ssa laura mazza

Instagram laura mazza benessere

  • Facebook - cerchio grigio

© 2018 Laura Mazza